John Bird: imprenditore sociale al servizio degli emarginati

29 09 2008

Quando si parla di imprenditoria sociale in Inghilterra, una delle prima iniziative a cui si pensa è The Big Issue, il giornale di strada pubblicato per e venduto da i senzatetto, che ha fatturato 4 milioni di sterline nel 2007 ed ha generato 60 simili spin-off in 20 paesi europei. Uno dei due fondatori è John Bird (l’altro è Gordon Roddick, vedovo di Anita del Body Shop e attuale sostenitore dell’Hub), una delle figure più autorevoli della scena dell’imprenditoria sociale nel paese, se non in tutta Europa.

Ha recentemente concesso un’intervista alla rivista europea online CafeBabel, in occasione del 17esimo compleanno del Big Issue, parlando dell’educazione al razzismo, della criminalità e della povertà in Gran Bretagna. Un estratto per tutti:

Sono poche le persone come me in Gran Bretagna. A parte il fatto che vengo dalla povertà, ho commesso ogni cosa sbagliata concepibile a questo mondo e sono sopravvissuto. So che significa essere oggetto di pregiudizi, ubriachi, carcerati, puntare le pistole contro la gente. Ma io ho avuto un futuro, non come i miei fratelli più grandi, uno morto per droga e alcol, l’altro finito a vivere in un inferno alla periferia della città, continuando a odiare i negri, gli ebrei e gli indiani. Feccia del cazzo. Ho dei nipoti a cui parlavo in un accento straniero quando mi chiamavano in modo che non mi riconoscessero.

Leggete il resto di questa potente intervista qui.


Actions

Information

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




%d bloggers like this: