Un mondo migliore attraverso il design

3 11 2008

Un’argomento che sta a cuore da tempo all’Hub di Milano è l’idea di far leva sulla grande tradizione di design che caratterizza la nostra città per trovare soluzioni ingegnose alle sfide sociali e ambientali che ci circondano, e per promuovere uno stile di vita più sostenibile.

È questo il tema al centro di A Better World by Design, la prima conferenza sul tema che si terrà questo weekend a Providence, Rhode Island (USA). A partire dalla mostra di Cooper Hewitt “Design for the Other 90%” – ci racconta Francisco Noguera di Next Billion – questo tema si è trasformato in un vero e proprio movimento, che include non solo accademici e specialisti, ma anche rappresentanti delle compagnie più importanti del mondo del design. La nota agenzia di consulenza IDEO, ad esempio, ha promosso una serie di iniziative nel nome dell’impatto sociale in partnership con la Rockfeller Foundation.

Al cuore della conferenza – che sarà seguita da diversi designers, ingegnieri, economisti, ambientalisti, cooperanti ed accademici – ci saranno una serie di domande chiave, a cui i partecipanti cercheranno di dare risposta: quali soluzioni di design possono rendere il mondo migliore? Quali soluzioni di design ci possono aiutare a vivere in maniera più sostenibile? Come possiamo far leva sulla tecnologia per questo scopo?

La conferenza, promossa da BetterxDesign – un’iniziativa della Rhode Island School of Design (RISD) e di Brown University – vedrà la partecipazione di esperti quali Paul Polak, Jocelyn Wyatt, Niti Bhan, Cameron Sinclair and Iqbal Quadir. Ci saranno anche sessioni incentrate su Impresa Sociale e Design (con Sami Nerenberg, che insegna un corso su design per imprenditoria sociale alla RISD), su Tecnologie per lo Sviluppo (con il caso Kickstart di cui ho già parlato) e sull’abitare sostenibile (con Architecture for Humanity, gli ideatori del libro Design Like You Give a Damn, la cui copertina è riportata sopra).

Inoltre, la conferenza mette a disposizione $1.000 attraverso il concorso “Make Some Green” per chi proporrà la soluzione di design più creativa ed interessante nel campo del riciclaggio dei rifiuti.

Per chi di voi è a New York o dintorni, non mancate l’evento. Per noialtri, invece, si tratta di organizzare lo stesso (aggiungendo magari gli aspetti collaborativi di Design That Matters) a Milano!


Actions

Information

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




%d bloggers like this: