Progetto 10 alla 100esima: é ora di votare!

26 09 2009

Un anno fa, Google ha lanciato un concorso internazionale per selezionare le idee top per un mondo migliore. Il criterio centrale? Aiutare quante più persone possibile. In palio: $10 milioni. Il progetto si chiama Project 10100.

Più di 150.000 individui da 170 paesi diversi hanno inviato le loro idee. Le migliori sono state raggruppate in 16 gruppi distinti. Spaziano dallo sviluppo di sistemi informatici per mappare e rendere più efficaci le risposte a catastrofi naturali e umanitarie, alla creazione di un sito internazionale per monitorare l’operato dei settori pubblici del globo, e renderli più trasparenti e onesti.

È ovviamente difficilissimo scegliere quale di questi gruppi debba vincere (e quindi in che maniera verranno spesi questi $10 milioni), perché sono tutti più che meritevoli e i problemi che si propongono di risolvere di simile urgenza. Noi di The Hub Milano abbiamo tuttavia votato per la creazione di un fondo a sostegno degli imprenditori sociali, che investa concretamente in idee socialmente responsabili e imprenditorialmente sostenibili per un mondo migliore.

Ora tocca a voi dire la vostra. Votate per Project 10100 qui

Advertisements




Fotografie LIFE su Google

19 11 2008

Duecentocinquant’anni di fotografie della rivista americana LIFE, equivalenti a oltre 10 milioni di immagini, molte delle quali mai pubblicate, verranno progressivamente rese pubbliche e disponibili a tutti grazie ad un progetto di Google. Un progetto straordinario che arricchisce enormemente il patrimonio socio-culturale disponibile sulla rete.

Godetevelo.





Connettendo l’altra metà

10 09 2008

Scrive il Financial Times che il motore di ricerca Google si è appena unito ad un consorzio di compagnie che vogliono offrire accesso ad internet per i 3 miliardi di persone nel mondo – soprattutto in Africa – che in questo momento non sono connessi.

Il consorzio, che si chiamerà O3b (Other 3 billions), userà 16 satelliti laddove l’uso di fibre ottiche non è commercialmente vantaggioso. Come si vede dalla mappa pubblicata dall’Università di Harvard, la maggior crescita in termini di utenti in rete avviene attraverso cellulari, i quali hanno anche rivoluzionato il modo in cui milioni di persone comunicano attraverso il continente.

Il progetto, che costerà $750 milioni, promette – con altri progetti quali il One Laptop per Child – di stravolgere l’accesso all’informazione per tutti quei paesi che in questo momento faticano ad accedere all’economia informatica globale.